salta ai contenuti
 
CNAPPC
 

Reinventiamo le città imitando le favelas

 
Testata:
Corriere della Sera
 
Data:
01-06-2012
 
Autore:
Greta Sciaunich
 
 

E se baraccopoli, campi rom, edifici abbandonati e capannoni in disuso fossero il punto di partenza per ridisegnare le nostre metropoli? È questa la sfida di "Le città nella città", il tema di Festarch, il Festival Internazionale di Architettura (promosso dalla rivista Abitare, a Perugia, dal 7 giugno) (...)
«I centri urbani italiani, così come sono ora, andrebbero rivoltati come guanti: sono inadeguati, inefficienti, inquinati. Gli spazi alternativi al loro interno, quelli che comunemente consideriamo il volto oscuro della città, sono una realtà che dobbiamo accettare - e allora perché non prenderne spunto per migliorare le nostre città?» teorizza Leopoldo Freyrie, membro del comitato scientifico di Festarch e presidente del Consiglio nazionale degli architetti.
(...)


2)

Expo: Milano impari da Torino e da Genova. La parola d'ordine dev'essere RIUSO di Beppe Severgnini

 
 
 
 
Area Riservata
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna ai contenuti torna all'inizio